Bonus Idrico 2021 : una occasione da non perdere

| |

Con la legge di Bilancio 2021 è stato istituito il tanto atteso bonus idrico. E’ proprio l’articolo 1 (commi 61/65) a prevedere questo fondo, utilizzabile fino al 31/12/2021, per un importo massimo pari a mille euro. Un’occasione preziosa per i privati ed ancor di più un’occasione per tutti noi professionisti, grazie all’indotto lavorativo che ne deriverà. Vediamo però nei dettagli come funziona questo bonus, su cosa può essere richiesto e quali sono le procedure

Bonus Idrico : come richiederlo

bonus idrico 2021

Tutti i dettagli su come richiedere il bonus sono disponibili sul portale Bonus Idrico. Sempre sul portale sarà possibile trovare una directory di professionisti ed imprese italiane convenzionate : uno strumento utile per mettere in collegamento diretto i privati che vogliono avvalersi del bonus e le aziende che possono occuparsi dei lavori, alla luce del fatto che il bonus coprirà anche le spese idrauliche e murarie.

Bonus idrico : su cosa può essere richiesto

Una doverosa premessa : non tutti i lavori rientrano nelle previsioni del bonus. Il criterio logico utilizzato è infatti quello dell’efficientamento energetico (minor consumo di acqua). Potrà quindi essere richiesto su :

1. Sanitari e sistemi di scarico

Caratterizzati da volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri.

2. Rubinetti e miscelatori bagno / cucina

Sono compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua purchè con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto.

3.Soffioni e colonne doccia

Con valore di portata d’acqua uguale o inferiore a nove litri al minuto.

4. Lavori di messa in opera (sia idrauliche che murarie)

Il punto probabilmente più interessante per tutti i professionisti idraulici ; sono ricompresi sia gli interventi murari che idraulici, ovviamente anche quelli consistenti nella messa in opera dei dispositivi indicati ai punti precedenti. Anche chi non vende (direttamente o indirettamente) sanitari, rubinetti etc. trarrà beneficio da questa iniezione di liquidità nelle tasche degli italiani che , probabilmente , in questo periodo hanno rimandato tutti gli interventi meno urgenti nelle proprie case.

Quando sarà attivo il bonus ?

In base a quanto previsto dalla normativa (E da quanto abbiamo potuto leggere), il Ministero dell’Ambiente dovrà comunicare a Marzo le modalità di accesso al bonus. E’ quindi sensato immaginare il periodo di Marzo/Aprile come inizio, per proseguire almeno fino al 31/12/2021, salvo ulteriori ri-finanziamenti del fondo. Dal punto di vista operativo non ci sono ancora indicazioni ; possiamo soltanto sperare di non assistere ad un nuovo click-day come avvenuto per i monopattini. Un sistema che si è dimostrato poco funzionale. Piuttosto sarebbe auspicabile lo stesso sistema adottato per i rimborsi INPS, finora tra i più efficienti tra quelli utilizzti in questo ambito. Ad ogni modo, per tutti gli sviluppi sul bonus idrico vi terremo aggiornati.

Lascia un commento